Protocolli di Routing Distance Vector

Alcuni protocolli di routing Distance Vector


Routing Information Protocol (RIP)

–La metrica utilizzata è quella dell’ Hop count
–RIP non riesce a gestire reti con dimensioni superiori a 15 hop count
–Le Routing updates vengono inviate in broadcast o multicast ogni 30 secondi

Interior Gateway Routing Protocol (IGRP)
–Banda, ritardo, carico e affidabilità vengono utilizzate per una metrica
composita
–Le Routing updates vengono inviate in broadcast ogni 90 secondi
–IGRP è il predecessore di EIGRP ed è ora obsoleto

 Enhanced Interior Gateway Routing Protocol (EIGRP)
–Può effettuare Unequal Load Balancing
–Utilizza l’algoritmo DUAL

La tecnologia Distance Vector
 Il termine distance vector nasce dal fatto che il protocollo scambia due
informazioni principali:
–Distanza dalla destinazione finale
–Vector, o direzione verso la quale il traffico deve essere diretto

Continua a leggere

Port security su Switch Cisco

Apprendimento degli indirizzi

Le funzionalità di port security possono mitigare alcuni attacchi limitando il numero massimo di indirizzi MAC sorgenti provenienti su una porta o mappando staticamente gli indirizzi su una porta. Le associazioni possono essere di tre tipi:

  1. Statiche: utilizzando il comando switchport port-security mac-address “nome_mac a livello di interfaccia che viene inserito staticamente nella tabella di switching
  2. Sticky: utilizzando il comando switchport port-security mac-address sticky a livello di interfaccia si abilita l’apprendimento sticky che aggiunge in configurazione staticamente gli indirizzi dinamici presenti in tabella di
    switching e quelli che si aggiungeranno successivamente. Possono essere aggiunti anche indirizzi non fisicamente presenti in tabella con il comando di interfaccia switchport port-security mac-address sticky nome_mac (sconsigliato). Se questa modalità viene disabilitata gli indirizzi vengono cancellati dalla tabella ma non dalla configurazione.
  3. Dinamici: gli indirizzi vengono inseriti in tabella con apprendimento dinamico

Continua a leggere

Protocolli di routing esterni

Avrete probabilmente già sentito parlare dei protocolli di routing esterni come il BGP (Border Gateway Protocol) e l’EGP (Exterior Gateway Protocol).Per ora non ne parleremo poichè se avete bisogno di utilizzare il BGP avrete un ISP in grado di verificare la vostra configurazione di routing.Ma quando avete bisogno di BGP?Sostanzialmente se siete un ISP o se avete due o più servizi di gestione del traffico che volete configurare in modo da garantire la ridondanza e la continuità del servizio.

Se siete nella situazione di dover garantire a tutti i costi i servizi di connettività IP,considerate se non sia il caso di affidarvi a un servizio di hosting,invece che tenere i server in casa.Risparmierete molti grattacapi.

Continua a leggere

WPA

Il protocollo Wi-Fi Protected Access (WPA) é uno sforzo dei produttori nel tentativo di colmare le lacune derivate da WEP. WPA é un sottoinsieme dello standard IEEE 802.11i; quest’ultimo chiamato anche WPA2 verrà rilasciato nel corso dell’anno 2004 e sarà pienamente compatibile con WPA. I produttori hanno disegnato questo protocollo per minimizzare l’impatto sulle performance e per permettere la sua distribuzione attraverso un aggiornamento software dei prodotti basati su IEEE 802.11b, come ad esempio Access Points e schede di rete. Alcuni produttori di hardware hanno ideato dei sistemi che permettono il “mixed mode”, ovvero la possibilità di supportare contemporaneamente WPA e WEP per facilitare la migrazione a questo nuovo protocollo. Continua a leggere

1 2 3 8